Matrimonio: meglio optare per delle scarpe belle o comode?

Sandalo o décolleté? Scarpa alta o bassa? Trovare la calzatura giusta per il giorno delle proprie nozze non è mai troppo semplice. E non pensate a coloro che vi diranno “tanto le scarpe saranno coperte dall’abito”: non è vero. Le scarpe saranno la prima cosa che gli invitati vedranno quando scenderete dall’auto nuziale, insieme a vostro padre, per fare l’ingresso in chiesa e pronunciare il vostro sì. Dunque, dovranno essere belle. Tuttavia, per uscire illese da una giornata interminabile dovrete trovare un modello che sia anche comodo, optando per quello che sarà il giusto compromesso tra senso estetico e praticità.
Ecco quattro must che vi aiuteranno a fare la scelta giusta, quattro infallibili regole da tenere a mente.

1. Concentratevi su un modello simile a quelli che siete già solite indossare

Non storcete il naso leggendo questo primo must: è ovvio che le scarpe per il vostro matrimonio non potranno essere le stesse che adoperate per tutti i giorni, tuttavia, scegliendo un modello simile a quello che il vostro piede è già abituato a calzare potrete evitare a voi stesse delle inutili sofferenze. Ad esempio: indossate spesso i tacchi a spillo, o di solito mettete delle scarpe con la zeppa? Avete mai calzato scarpe dal tacco largo? Che misura di tacco adoperate in genere? Porvi queste domande vi potrà senz’altro aiutare.

2. Il tacco medio è sempre la soluzione migliore

È vero che esistono anche scarpe da sposa raso terra ma, a meno che non abbiate optato per un abito corto, queste potrebbero risultare non del tutto funzionali. Il problema delle scarpe basse è che queste potrebbero farvi inciampare nel velo del vestito… e non sarebbe proprio un bello spettacolo. Anche optare per un tacco dodici – se non lo portate spesso per lavoro – sarà di certo una pessima idea: il forte dolore che comincerete a provare ai piedi a partire dalla terza ora (o anche prima) della cerimonia nuziale vi rovinerà la festa ed in più vi farà apparire con espressioni poco distese nelle varie foto che il fotografo scatterà nel corso della giornata. Il tacco medio, invece, può essere allo stesso tempo comodo e funzionale.

3. Abbinate le scarpe all’abito

È sempre consigliabile scegliere le scarpe in seguito ad aver acquistato l’abito, così da poterle scegliere in base alle esigenze dettate dal vestito, abbinandole ad esso. Ad esempio, se il vostro abito da sposa presenterà diversi pizzi e merletti, potrete optare per delle scarpe che ne richiamino lo stile. Al contrario, sotto un abito sobrio staranno bene delle scarpe dal design minimal.

4. Fissate un budget e rispettatelo

Non importa che corrisponda a settanta o a duecentocinquanta euro, è fondamentale che decidiate in anticipo il prezzo che avete intenzione di spendere per l’acquisto delle scarpe e che tentiate di tenere fede alla promessa che avete fatto a voi stesse. Non si tratta di una limitazione, ma di una tecnica razionale e pratica che vi aiuterà ad escludere a priori alcuni modelli, facendovi procedere in maniera più spedita e veloce. La scelta delle scarpe da indossare sotto l’abito da sposa diventerà, in questo modo, un momento di piacere e non di stress estremo.

Please follow and like us:
Facebook
Facebook
Google+
http://www.sposacittamagazine.it/matrimonio-meglio-optare-per-delle-scarpe-belle-o-comode/
Twitter
PINTEREST
LINKEDIN
INSTAGRAM
News Reporter
Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial